Difendiamo i bambini dalla dittatura anticristica bergogliana e dalla dittatura LGBT

Molti ormai sanno bene come la finanza massonico-luciferina imponga ai Governi, con vari ricatti della moneta-debito, con la conseguente corruzione, con la disinformazione (cioè con la menzogna), con altre minacce anche fisiche e psico-sociali, con la psico-polizia, con assassinii e ricatti mafiosi e con scandali a base di escort ed altro (ormai accertati…) imponga, dicevamo, cio’ che viene comandato da Bergoglio in modo astuto attraverso il palazzaccio massonico-luciferino delle Nazioni Unite (ONU/UN).

Molti sanno come la finanza massonico-speculativo-satanica dei padroni del denaro, personaggi ben noti, imponga questa sovversione ai Governi, questi sono i risultati che mettono a rischio l’equilibrio, la mente ed il sano sviluppo integrale dei nostri bambini: CLICCA QUI E LEGGI COSA E’ CAPACE DI INIETTARE LA SUBDOLA CULTURA INVERTITA SATANICA LGBT CHE PASSA COME “BENE” NELLE SCUOLE!!!!

Ringraziamo l’associazione Provita Onlus per la raccolta di questi dati, Dio vi benedica e vi protegga sempre!

I ricordi d’infanzia impressi indelebilmente nella mente dei bambini devono rimanere i ricordi impressi dalla volontà di Dio, e non le menzogne della cultura LGBT che vorrebbero raccontarci con la narrativa massonico-mediatica, non devono essere più create ferite nei bambini con lo scopo di favorire gli LGBT e la loro cultura della morte.

La raccolta di informazioni da parte di ProVita onlus ci dimostra che la massoneria, tramite il palazzaccio massonico dell’ONU invece ha ormai creato un arsenale psico-sociale dittatoriale contro la Vita e questo arsenale viene infiltrato addirittura NELLE SCUOLE con vari trucchetti, questi infiltrano in modo subdolo il male nelle scuole scambiandolo per “bene”, basta chiacchere, è ora di agire….

Vigiliamo sui nostri figli ed anche quando andiamo ad usufruire di servizi pubblici, vigiliamo, i mortiferi sono sempre pronti, come Bergoglio, alle cose più ignobili pur di affermare ed imporre slealmente un disegno satanico di cui molti non si rendono conto.

Ogni nazione si dovrebbe risvegliare e impedire a questi farabutti di mettersi al posto di Dio addirittura ferendo bambini innocenti, dall’età dell’asilo in su, non è concepibile che i bambini assorbano quella spazzatura per la prostrazione dei politici ai ricatti massonici pro-LGBT….

E non è concepibile che molti genitori se ne  freghino stando fermi e zitti…

Come possiamo agire concretamente? Semplice, facciamo “copia e incolla” delle parole dell’esimio Presidente di Provita Onlus Toni Brandi:

“se sei padre o madre di famiglia, oppure se conosci qualcuno che ha figli nelle scuole pubbliche, potrebbe interessarti la seguente proposta…

Ti invito a partecipare alla “Settimana per la libertà di educare” per chiedere al MIUR e alle istituzioni scolastiche di riconoscere ufficialmente il diritto al “Consenso Informato Preventivo” per tutte quelle iniziative che affrontano temi sensibili e controversi, come l’educazione affettiva, sessuale o “di genere”.

Sappiamo benissimo che troppo spesso nelle scuole, fin dall’asilo nido, vengono promossi progetti ispirati alle teorie di genere, oppure semplicemente ad una impostazione dell’affettività e della sessualità sganciata da ogni principio etico.

Ancora di recente abbiamo rilevato la presenza di questo tipo di progetti e continuiamo a raccoglierli nel nostro dossier sulla scuola che puoi visualizzare cliccando qui.

Perciò proponiamo questa settimana di consegnare e far protocollare nella segreteria delle scuole la richiesta di “Consenso Informato Preventivo”.

Naturalmente, il “consenso informato preventivo” non è la soluzione di tutti i mali e a volte ha mostrato i suoi limiti. Tuttavia molte altre volte è stato uno strumento utile per evidenziare il problema a scuola, sensibilizzare altri genitori e professori, e persino bloccare l’applicazione di alcuni progetti ideologici.

Puoi trovare il modulo aggiornato di Consenso Informato Preventivo al seguente link: https://www.notizieprovita.it/wp-content/uploads/2015/05/Consenso-Informato-Preventivo1_2017.pdf

ProVita e le altre associazioni del Family Day chiedono che sia esplicitamente formalizzato nel nuovo “Patto di Corresponsabilità Scuola-Famiglia” che il MIUR sta mettendo a punto, l’obbligo per le scuole di fornire dettagliate informazioni sui progetti proposti; recepire il consenso/dissenso delle famiglie alla partecipazione degli alunni; e l’obbligo di prevedere l’esonero e attività alternative, nel caso in cui tali attività si svolgano in orario normale di lezione.

Tutto ciò naturalmente è solo un primo passo. E’ sempre più necessario mobilitarsi per difendere i diritti naturali ed intangibili dei genitori nell’educazione dei figli, e il diritto dei bambini e dei giovani ad una crescita sana, equilibrata, fondata su solidi principi.

Un caro saluto,
Toni Brandi
Presidente ProVita Onlus”

CLICCA QUI, SCARICA ADESSO e STAMPA anche tu questo semplice modulo e presentalo urgentemente alla segreteria scolastica della scuola di tuo figlio perchè hai il diritto di essere informato come mamma o come papà di cio’ che sta per essere insegnato a tuo figlio riguardo a questi temi, proteggilo dalla propaganda satanica e della menzogna LGBT che viene fatta passare in modo subdolo nelle scuole pubbliche: https://bergoglioeretico.it/Consenso-Informato-Preventivo1_2017.pdf  Ricorda di farlo protocollare dalla segreteria…